Sensore Time of Flight (ToF) sempre più presente negli smartphone: cos'è

Gli smartphone più recenti e completi integrano un depth sensor in aggiunta a quello principale che è in grado di raccogliere informazioni sulla profondità analizzando in tempo reale le informazioni acquisite e imitando un po’ il comportamento del sistema visivo umano.

Alcuni sensori, che saranno sempre più comuni in futuro, sono di tipo time of flight (ToF): essi sono cioè capaci di stimare in tempo reale la distanza tra la telecamera e gli oggetti inquadrati. Viene infatti calcolato il tempo che impiega l’impulso luminoso a percorrere il tragitto telecamera-oggetto-telecamera (il cosiddetto ‘tempo di volo‘, appunto).
I sensori Time of Flight riconoscono la profondità degli oggetti in maniera molto più precisa e nel caso dei sistemi di sblocco facciale o mediante altre caratteristiche biometriche, non possono essere tratti in inganno, per esempio, da foto stampate o riproduzioni di vario genere.

Le fotocamere ToF sono contraddistinte da spiccate abilità nella registrazione delle informazioni relative alla profondità di campo.

Contattaci

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

©2019 Speeches on Technology 

Log in with your credentials

Forgot your details?